Viste le misure attualmente in vigore per fronteggiare l'emergenza CoViD-19, sono sospese le attività che si svolgevano in chiesa o nei locali attigui. Stando alle disposizioni attuali, riprenderanno dopo il 13 aprile. Ogni domenica su questo sito e sulla pagina facebook della nostra chiesa viene messo il video di una predicazione registrata. Gli studi biblici vengono fatti in video-conferenza.

La Tavola Valdese ha inviato una lettera alle chiese metodiste e valdesi con raccomandazioni e consigli.

Il volantino qui a destra contiene istruzioni per seguire Protestantesimo online. Cliccare per ingrandirlo.

La NEV, Agenzia di stampa della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, mantiene la pagina "Chiese social", contenente una lista di possibilità di seguire culti, riflessioni, studi biblici attraverso i social media.

La mattina di mercoledì 25 marzo 2020 il Gruppo di impegno ecumenico di Pisa, insieme all'arcivescovo, al pastore valdese, al pastore avventista e al prete ortodosso rumeno, si è trovato su Skype per un momento condiviso di preghiera in risposta all'appello di papa Francesco. Qui sotto al registrazione.

Pisa risponde Ecumenicamente!

L'appello lanciato da papa Francesco ha intercettato un bisogno che già come cristiani pisani delle diverse chiese avevamo sentito in questi giorni di prova: mentre l’umanità trema per la minaccia della pandemia, vorremmo unire le nostre voci verso il Cielo. Il Gruppo di Impegno Ecumenico, insieme ai rappresentanti della chiesa cattolica, valdese, rumeno ortodossa e avventista, si trova in questo momento a invocare l’Altissimo, Dio onnipotente, recitando contemporaneamente la preghiera che Gesù Nostro Signore ci ha insegnato.

Dal Vangelo secondo Giovanni capitolo 15 versetti dal 9 al 17: Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l'ho fatto conoscere a voi. Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri.

(dopo un breve istante di silenzio) E ora insieme preghiamo come Gesù ci ha insegnato: Padre nostro...