Utilizziamo cookie tecnici, nostri e di terze parti, per migliorare la vostra esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito.

Stampa

 

Settembre 1814
Il Granduca Ferdinando III d'Asburgo-Lorena rientra in Toscana, dopo l'occupazione napoleonica
18 giugno 1824
Muore Ferdinando III e gli succede il figlio Leopoldo II
15 febbraio 1848
Leopoldo II concede lo Statuto (due giorni prima che il re Carlo Alberto conceda i diritti civili ai Valdesi)
18 marzo 1848
Nasce il primo governo costituzionale toscano
27 ottobre 1848
Svolta in senso radicale del governo toscano, che passa a Giuseppe Montanelli, favorevole all'unione degli stati italiani
30 gennaio 1849
Leopoldo II, preoccupato per la nuova linea politica del governo toscano, fugge a Siena e poi, il 21 febbraio, a Gaeta
12 aprile 1849
I moderati tornano al potere e richiamano il Granduca, ma Livorno si ribella
5-25 maggio 1849
Le truppe austriache spengono ogni tentativo di rivolta nelle città toscane
1852
Definitiva abolizione dello statuto
27 aprile 1859
Leopoldo II abbandona definitivamente Firenze
28 aprile 1859 – 15 marzo 1860
La Toscana è retta da un governo provvisorio
15 marzo 1860
Annessione della Toscana al Regno di Piemonte e Sardegna, in seguito al plebiscito dell'11-12 marzo
17 marzo 1861
Proclamazione del Regno d'Italia
11 dicembre 1864
Vittorio Emanuele promulga la legge che ordina il trasferimento della capitale da Torino a Firenze
20 settembre 1870
Presa di Porta Pia e successivo trasferimento della capitale a Roma